domenica 26 aprile 2015
MISTER SAU, STAGIONE POSITIVA
Per il tecnico biancorosso annata in linea con gli obiettivi prefissati. Ora si pensa al futuro…

Miste Daniele Sau voleva di più, un sesto posto che nelle ultime giornate è sfuggito dopo il ko nel derby contro il Lecco che ha dato ai cugini una posizione in classifica lusinghiera. Invece, si fa per dire, Milano è giunto al settimo posto. Un bilancio positivo anche per i presupposti di inizio annata quando lo stesso tecnico, in accordo con la società, aveva dichiarato una tranquilla salvezza senza passare dai playout. Così, quindi, è stato e il buon Sau ci fa un bilancio di fine stagione e su cosa potrebbe accadere nel 2015/2016 sempre nelle fila del Milano Calcio a 5.

 

Allora Mister Sau, stagione terminata positivamente. Ma secondo lei qual è stato il momento negativo e quello positivo della stagione, tra girone di andata e quello di ritorno?‏

La stagione è stata positiva, in linea con gli obiettivi e in certi momenti siamo andati anche oltre le aspettative. E’ vero che, arrivati ad un certo punto, il sesto posto sembrava essere in mano nostra e invece la squadra ha avuto un rilassamento che francamente mi ha lasciato perplesso. Abbiamo terminato al settimo posto che comunque ci fa felici anche in prospettiva futura su come ragionare sulla rosa 2015/2016.


Qual è stato il momento negativo e quello positivo della stagione, tra girone di andata e quello di ritorno?
Beh, i momenti negativi sono stati all’inizio della stagione, soprattutto quando abbiamo perso con Astense in casa e in trasferta contro Carmagnola. E poi nel finale di stagione quando abbiamo realizzato un solo punto nelle ultime cinque gare di campionato. Quelli positivi, invece, vanno dalla 11a giornata alla 21a, con la ciliegina sulla torta nella bella vittoria per 6 a 2 contro quel Pesarofano che un mese dopo avrebbe vinto la Coppa Italia

 

Mister Sau, anche se non parla abitualmente dei singoli, qual è stato il giocatore che ha dato quella marcia in più alla squadra, ovvero il trascinatore del gruppo?‏

‎Non credo che non ci sia stato un vero trascinatore della squadra. Nella stagione ognuno ha dato un suo decisivo un contributo e tutti si sono alternati in base al periodo di forma personale. Quindi non menzioni nessuno in particolare perché sono stati allo stesso livello.


La tranquilla salvezza era l'obiettivo primario e la squadra lo ha centrato. Per la prossima stagione si sta già lavorando ad un progetto che preveda qualcosa in più, magari il quinto posto per disputare i playoff?
Per obiettivi quali i playoff bisogna partire da un presupposto non trascurabile, ovvero fare i conti con le disponibilità economiche societarie. Non vorrei ripetermi, ma la storia recente è zeppa di squadre che hanno vinto e sono sparite dal calcio a 5 che conta ed è zeppa di società che promettono rimborsi ai giocatori e staff tecnico ma alla fin fine non riescono a mantenere l’impegno. Se per la prossima stagione ci saranno le possibilità di allestire una squadra che possa migliorare il settimo posto di quest’anno non ci tireremo indietro, anche se i play off sarebbero un sogno per una realtà piccola come la nostra. Ma dobbiamo sempre restare umili affinché il calcio a 5 a Milano venga rappresentato da una società come la nostra che progetta e costruisce invece che sbragare e fallire.


Restando al tema della prossima stagione lei ha già in mente quante pedine inserire nella rosa attuale per rendere la squadra ancor più competitiva?
Qualcosa abbiamo in mente, è chiaro, e come sempre faremo un mercato “milanese”, cioè guardando nei nostri confini quali giocatori potrebbero essere all’altezza per una serie A2, un mercato estero, mantenendo l’ossatura dell’attuale rosa. Non sarà facile, ma proveremo ad inserire qualche pedina importante anche se ora non mi sembra corretto fare nomi.


Anche se la stagione regolare è terminata, il Milano C5 continua a lavorare. Ha già un calendario in cui la sua squadra sarà impegnata in tornei per visionare i nuovi giocatori per la stagione 2015/2016?
Continueremo a fare qualche allenamento ma nulla di più. Poi ci muoveremo per visionare qualche elemento che possa interessarci anche per la rosa Under 21. La serie A2 non è un campionato semplice e l’impatto, anche per giocatori dotati tecnicamente, potrebbe essere difficile.

Infine penso che Lei voglia ringraziare non solo il suo staff tecnico e dirigenziale, ma anche il pubblico del Fossati che è sempre stato vicino alla squadra anche nei momenti meno belli... cosa ci dice?
Credo che alla base dei nostri risultati ci sia tutto lo staff: Bianchi e Rispoli non sono solo collaboratori, ma sono amici preziosi con cui ci si confronta su tutto. Colombo è il mio consigliere personale, mentre Palermo è il prezioso supporto per tutte le problematiche extra campo (se fosse più tranquillo durante le gare sarebbe perfetto). Bramati e Carugo sono pronti per ogni tipologia di infortunio. I nostri addetti stampa Martucci e Pavanello, e tutto il prezioso staff delle squadre giovanili, sono persone amibili e con i quali i rapporti sono vincolati da profonda stima e amicizia. Per quanto riguarda la società vorrei ringraziare Roberto Radaelli e Roberto Vairani che pur non presenziando alle gare non ci fanno mancare il loro apporto. Voglio poi citare Dino Pace che con il suo supporto e con il suo coinvolgente entusiasmo ha dato nuova linfa a tutto l’ambiente. Vorrei evidenziare che questa non è una società con persone che devono svolgere ruoli e compiti, ma siamo un gruppo di amici che si divertono e rimangono compatti anche nei momenti meno belli. Così come il nostro pubblico. E’ da sempre l’uomo in più sul parquet del Fossati. Quando gli avversari vengono a giocare da noi sanno che troveranno sempre un pubblico corretto ma molto caloroso e questo per noi è molto importante. Vorremmo fare di più per i nostri tifosi e non è detto che prima o poi si riesca davvero a farlo.‏ Grazie infinite!



Dario Martucci
Addetto stampa a.s.d. Comelt Toniolo Milano



. : INDIETRO : .



Campionato Nazionale Serie A2

24ª Giornata
28 marzo 2015
Lecco C5
Milano C5

Serie A2 Risultati

24ª GIORNATA - 28 marzo 2015

arzignano - pesarofano 

cagliari - carmagnola 

lecco - comelt toniolo milano 

aosta - gruppo fassina 

montesilvano - libertas astense 

came dosson - orte 

riposa: forli' 

Serie A2 Classifica

57 (22) orte

45 (21) pesarofano

45 (22) montesilvano

43 (21) came dosson

37 (21) cagliari

29 (21) comelt toniolo milano

28 (21) lecco

24 (21) arzignano

22 (21) libertas astense

19 (21) carmagnola

15 (22) forli'

14 (21) gruppo fassina

13 (21) aosta

Serie A2 Prossima giornata

25ª GIORNATA - 4 aprile 2015

comelt toniolo milano - aosta 

gruppo fassina - arzignano 

libertas astense - cagliari 

carmagnola - lecco 

forli' - montesilvano 

pesarofano - came dosson 

riposa: orte